Archivi categoria: Progetti

Gli ultimi aggiornamenti sui nostri progetti

Rupert Children Home
A settembre 2019 tornavamo dalla Tanzania con un progetto da realizzare del costo di 50.000€: la costruzione del secondo lotto della Rupert Children Home.
Sembrava un sogno impossibile da realizzare in tempi brevi per una piccola associazione come la nostra, pertanto ci eravamo prefissi di farcela entro fine 2021.
E invece lo scorso 25 luglio la Ruper Children Home è stata inaugurata.
Neanche il COVID 19 è riuscito a fermare la grande gara di solidarietà di tanti sostenitori, che hanno voluto credere nel nostro progetto.


Dall’inizio dei lavori (settembre 2019) ad oggi abbiamo inviato 43.520€ per la Children Home e 6.080€ per sostenere i bambini.


Abbiamo inoltre inviato 1.600€ per l’acquisto di 4 mucche e 1.200€ per 20 capre; Padre Joseph ci ha comunicato che appena sarà ultimata la costruzione della stalla acquisterà il bestiame e ci invierà le foto.

Adozioni a distanza
Il 12 giugno abbiamo inviato i soldi di 259 adozioni a distanza, rispettivamente nelle provincie di Mangalore, Dharwad e Bangalore (India) per un totale di 51.800€

Villaggio Masai
Abbiamo anche inviato 300€ ad un villaggio Masai in Africa, in difficoltà per il COVID 19, vicino ad Arusha.

Facciamo il punto sui nostri progetti

Abbiamo aggiornato la pagina dei nostri progetti.
Di seguito il riassunto dei progetti dello scorso anno e di quelli che vorremmo fare quest’anno.

Progetti realizzati nel 2019
– 275 ragazzi sostenuti a distanza
– Contributo per l’acquisto di una jeep per la Holy Nativity Children Home di Bangalore, per poter accompagnare a scuola le bambine più piccole delle 32, che sono accudite dalle Suore del Santo Natale
– Rifacimento del tetto della Children Home di Perumpadappu ( Kerala), gestita dalle Suore del Santo Natale
– Pagamento del canone d’affitto della Holy Nativity Children Home di Bangalore
– Spese di mantenimento della Rupert Children Home di Kifaru (cibo, vestiario, materiale scolastico, stipendio assistenti, …)
– Inizio della costruzione del secondo lotto della Rupert Children Home
– Spese di mantenimento di 45 bambini ospitati a Basalakalayana nella Diocesi di Gulbarga (Bidar)

Progetti previsti per il 2020
– Proseguimento della costruzione del secondo lotto della Rupert Children Home a Kifaru
– Spese di mantenimento dei 50 bambini ospiti nella Rupert Children Home
– Sostegno a distanza di 275 bambini in India
– Spese di mantenimento di 45 bambini ospitati a Basalakalayana nella Diocesi di Gulbarga (Bidar)
– Contributo per il pagamento dell’affitto della Holy Nativity Children Home di Bangalore

Un pulmino per le bambine di Bangalore

Carissimi Amici di Insieme per l’India,
Ci arriva questa richiesta d’aiuto da Suor Dina, la Superiora della Nativity Children’s Home di Bangalore:

“Ci prendiamo cura di 32 bambine che provengono da situazioni vulnerabili come povertà, abuso e rifiuto. Hanno un’età compresa tra i 6 ed i 14 anni, forniamo riparo, cibo, un ambiente amorevole per le ragazze e le mandiamo ad una scuola privata locale per la loro istruzione.
Sebbene la scuola non sia troppo lontana dalla casa, gran parte del viaggio è su strade sterrate che si trasformano in fango quando piove, e le bambine devono attraversare una strada principale trafficata, che può essere pericolosa, soprattutto per le più piccole.
Un piccolo autobus ci permetterebbe di portare le bambine in sicurezza da casa a scuola e viceversa ogni giorno senza il rischio che qualcuna di loro venga investita da un’auto sulla strada o faccia qualche brutto incontro. Sarebbe estremamente utile nella stagione dei monsoni quando le piogge rendono il viaggio ancora più difficile”.

Dal 2019 la nostra associazione adotterà a distanza parte di queste sfortunate bambine.
Il costo del pulmino è di circa  11.000 euro.

Ci aiutate ad aiutare queste bambine?

Il progetto della boarding house in Tanzania

Nella sezione dei nostri progetti abbiamo aggiunto una pagina dedicata alla boarding school che vorremmo costruire in Tanzania.

Di seguito i dettagli del progetto.

Descrizione
Una boarding house per i bambini di un villaggio rurale della Tanzania

Abbiamo intenzione di sostenere la realizzazione di un progetto di formazione in un villaggio rurale molto povero della Tanzania (situato nel Compaud Kifaru, regione del Kilimangiaro) dov’è stato destinato un giovane e valido missionario Indiano, Fr Joseph Rodrigues con cui l’associazione ha operato in modo efficace nei villaggi indiani. “Sento che avrei dovuto venire in Tanzania molto prima perché qui c’è molto bisogno di intervenire” ci ha detto Padre Joseph appena arrivato in Tanzania; “spero che Dio mi aiuti a realizzare attraverso voi questo progetto”.

Il progetto prevede la realizzazione di un collegio (boarding house) per dare alloggio e istruzione a 50/60 bambini e bambine che in seguito potranno così accedere alla scuola superiore statale. L’obiettivo di questo sacerdote è molto ambizioso ma non velleitario, visto le sue capacità davvero straordinarie: intende formare i bambini dei villaggi rurali in modo che possano accedere alle scuole secondarie statali con pari dignità; per questo punta molto sulla consapevolezza di sé, sulle capacità di relazione interpersonale.

Il progetto educativo

Padre Joseph Rodrigues punta allo sviluppo integrale dei bambini, facendo emergere i talenti e le competenze di ognuno per accrescerne l’autostima, perché sappiano affrontare le sfide della vita; il suo progetto educativo è interamente basato sulla motivazione dei ragazzi e sulla consapevolezza di sé: l’obiettivo di questo sacerdote è di motivare tutti i bambini all’apprendimento, fornendo ai più “lenti” un insegnamento particolare, a loro misura, individuando le le loro capacità e stimolando i loro interessi, motivandoli all’apprendimento, stimolando nel contempo le eccellenze e rinforzare le abilità alla leadership, alla capacità di relazione interpersonale e alla crescita intellettuale.

Il progetto prevede una valutazione individuale dei bambini e la ricerca di uno sponsor che accompagni ogni bambino durante il percorso formativo fino al termine della scuola superiore, che in Tanzania è molto costosa. Si prevede anche di motivare i genitori a lavorare e risparmiare per la scuola dei loro figli; (si stanno studiando progetti di sostegno all’attività dei genitori di questi ragazzi).

Costi del progetto
Realizzazione Boarding House (30.165 €):

  • Costruzione stanze separate per ragazze e ragazzi e locale cucina. I lavori vengono effettuati con manodopera locale. (28.293 €)
  • Ammobiliamento delle stanze e attrezzatura cucina. (1.872 €)

Gestione Boarding House (attività di collegio, 9.475 €):

  • Cibo per 12 mesi: 5.618 €
  • Libri uniforme, cancelleria articoli per la scuola: 936 €
  • Cuoca per 12 mesi: 674 €
  • 2 assistenti per 12 mesi: 2.247 €

AGGIORNAMENTO: Progetti 2017

In questo 2017 Insieme per l’India si occupa di diversi progetti  nello stato del Tamil Nadu e nello stato del Karnataka.

          • Sostegno alla comunità di Irular Pakuti
            Sosterremo un doposcuola pomeridiano, la scuola materna e pagheremo le rette scolastiche per 6 bambini che frequentano la scuola inglese. Inoltre sosterremo il progetto che prevede che in un punto di incontro un’assistente accolga i bambini al mattino, controlli che siano puliti e abbiano le divise scolastiche in ordine, prepari la colazione e li mandi a scuola.
  • Sostegno di bambini a distanza
  • Mensa per anziani a Poonjeri
    Il progetto prevede la distribuzione di 20 pasti gratis al giorno a favore di anziani bisognosi del villaggio di Poonjeri.
  • Sostegno ai bambini di strada del Bidar
    Con 4500 euro per anno scolastico si sostengono 35 bambini; viene data loro la possibilità di essere ospitati in una struttura, di andare a scuola e di essere seguiti nei momenti extrascolastici.

    Grazie per il sostegno!
    Akhila