Sostegno di bambini a distanza

Attivo dal: 1988
Costo: 180€ annuali per bambino
Stato: Attivo
Luogo: Mumbai (Stato del Maharashtra), Goa, Hubli, Dharwad, Mudgod, Bangalore, Mangalore, Bhalki (tutte località nello Stato del Karnataka), Pulluvapady e Thalvenniur – Kalvarayan Hills (entrambi nello Stato del Tamil Nadu)

Che cos’è il sostegno a distanza?
Il sostegno a distanza di un bambino è una specialissima forma di carità che costruisce il futuro di un uomo.
La famiglia che adotta un bambino a distanza deve prevedere l’impegno finanziario di 180€ annuali, per la durata di almeno 4 anni, per favore di un bambino che vive in condizioni di povertà. Il bambino viene così accompagnato nella sua crescita e, soprattutto, nella sua educazione scolastica, restando inserito in famiglia, oppure in un convitto gestito dalle Suore di Maria Bambina, dal Community Seva Centre oppure da Zion Foundation. L’aiuto è perciò un prezioso sostegno per bambini abbandonati o non sufficientemente curati, o affidati alle premurose cure degli Istituti precedentemente elencati da famiglie troppo povere, condannati all’analfabetismo se non messi in condizione di frequentare la scuola.

Come seguiamo il sostegno a distanza?
Le Suore di Maria Bambina, il Community Seva Centre o Zion Foundation ci inviano le schede con la foto e i dati (età, classe, notizie della famiglia) dei bambini che hanno bisogno di essere aiutati. La scheda viene consegnata alla famiglia disponibile. Circa due volte l’anno vengono spedite dall’India alla sede di Insieme per l’India in Italia le lettere scritte da tutti i bambini. Ogni lettera contiene notizie del bambino, un disegno e, se possibile, una foto. La lettera viene da noi trasmessa alla famiglia. Vi chiediamo pazienza se, come a Natale ’09, le lettere arrivano in ritardo, o ne arriva solo una (per chi ha adottato più bambini in paesi diversi), perché il lavoro di preparazione, traduzione (solo per i bambini del CSC) e spedizione delle lettere è molto gravoso e si aggiunge a tutto il lavoro quotidiano dei volontari in India; anche lo smistamento e il successivo inoltro delle lettere in Italia non è banale da affrontare visto il numero di bambini adottati. Naturalmente si può stabilire una corrispondenza epistolare con il bambino se lo si desidera, o per chi la fortuna di poter viaggiare in India, conoscere il bambino di persona. Durante i nostri viaggi (che avvengono con frequenza circa annuale) oltre a controllare il corretto svolgimento dei progetti da noi finanziati provvediamo solitamente a fotografare tutti i bambini adottati a distanza e inviare le nuove foto alle famiglie.
Se per sopravvenuti motivi la famiglia non può più sostenere il bambino lo deve comunicare alla nostra associazione a gennaio, restituendoci la scheda del bambino: noi cercheremo prima di giugno un’altra famiglia.

Come è possibile versare la quota annuale del sostegno a distanza?
La quota annuale di 180€  viene raccolta entro il 15 maggio e può essere versata mediante bonifico bancario: IBAN IT 85 G 06170 46320 000001524227 (Cassa di Risparmio di Fossano – sede centrale). La causale consigliata è “DONAZIONE a Insieme per l’India ONLUS” come indicatoci dall’Agenzia delle Entrate, consigliamo a tutte le persone o aziende che detraggono il sostegno a distanza dalle imposte di utilizzare questa causale, onde evitare spiacevoli verifiche addizionali da parte dell’Agenzia delle Entrate.
Conservando la ricevuta, potete detrarre parte della donazione dalle imposte: informazioni più dettagliate per privati cittadini o imprese sono raccolte in questa pagina. Le somme raccolte vengono integralmente inoltrate mediante operazione bancaria all’istituto in cui si trova il bambino.

Quanti bambini sono attualmente adottati a distanza attraverso l’associazione?
Attualmente abbiamo 250 bambini adottati a distanza, suddivisi tra le seguenti località:

  • Dharwad 5
  • Mundgod 2
  • Mumbai 7
  • Bhalki 31
  • Goa 10
  • Hubli 22
  • Mangalore 160
  • Bangalore 13

Com’è una lettera scritta da un bambino adottato a distanza?
Eccone qui un paio di esempi di lettera di bambini adottati a distanza, in questo caso bambini seguiti dal Community Seva Centre nel Tamil Nadu: lettera 1 (PDF) e lettera 2 (PDF).

Leave a Reply