Category Archives: Uncategorized

Riassunto dei progetti del 2015

Vi diamo un breve riepilogo dei progetti sostenuti nel corso del 2015:

  • Scuola di Pulluvapady: sono proseguiti i lavori per completare le ultime aule e una stanza da usare come dormitorio (per ora i bambini che si fermano sono solo una ventina perché mancano i fondi), il 6 agosto 2015 abbiamo partecipato all’inaugurazione. Restano le ultime rifiniture…
  • Adozioni a distanza: grazie a molti di voi, abbiamo sostenuto a distanza 259 bambini nei vari istituti e siamo felici di dirvi che per il 2016 saranno molti di più
  • Terremoto in Nepal: abbiamo inviato a giugno 2.000€ per costruire dei ripari per i poveri del villaggio di Kopu Gaon, in seguito abbiamo raccolto circa 10.000€ per costruire delle casette. La situazione in Nepal è drammatica ed uguale a 8 mesi fa, non c’è energia elettrica, benzina, gas, cibo e il governo ha bloccato tutti i soldi inviati per il terremoto. A fine dicembre abbiamo inviato 3.000€ a Suor Bernard, invieremo il resto poco per volta per evitare che vengano confiscati
  • Progetto bambini di strada di Padre Joseph: ad agosto abbiamo incontrato Padre Joseph (che già conoscevamo). Questo coraggioso sacerdote ora lavora in un ashram in Bidar, dove ospita, sfama e manda a scuola un gruppo di 30 ragazzini di strada con situazioni terribili di abbandono e disagio. Dispone di pochi mezzi, nel 2016 con alcune suore vorrebbe realizzare lo stesso progetto per le bambine, che rischiano violenze, stupri e sfruttamento. Ci è piaciuto molto il modo di lavorare, ma non potendo sostenere l’intero progetto abbiamo inviato a fine dicembre 2.000€
  • Progetto Spandana Trust a Mangalore: molti di voi conoscono l’Istituto di Suor Evangeline a Mangalore, dove adottiamo a distanza 110 bambini. A Natale abbiamo ricevuto una triste lettera in cui la suora ci raccontava che un’associazione italiana che l’aiutava, ha sospeso ogni aiuto con la scusa della crisi in Italia e lasciando senza aiuto 200 bambini, oltre che malati di cancro, AIDS, tubercolosi. Conoscendo il meraviglioso lavoro svolto da Suor Evangeline e dal suo team di assistenti sociali (verificato ogni anno durante la nostra visita nei villaggi e gruppi di muto aiuto di donne), non potevamo lasciare il suo appello inascoltato e abbiamo perciò inviato 4.000€.